cucina, curiosità

La mela cotogna سفرجل

0 1119

Il cotogno è una delle piante più antiche del mondo, se ne hanno testimonianze già 4000 anni fa; quando i cinesi commerciavano la cannella e il rabarbaro e gli indiani il cocco, i persiani commerciavano le mele cotogne, mele e zafferano.

In Italia, ad oggi, questo albero non è preso in considerazione dalle grandi industrie della frutta e quindi solo i fortunati che ne hanno un alberello a casa possono giovare dei suoi meravigliosi frutti.

La mela cotogna, in Italia, non è apprezzata cruda a causa del suo sapore molto aspro ma questo non vuol dire che abbia pochi zuccheri: sono presenti ma sotto forma di lunghe catene glucidiche che con la cottura si frammentano e la polpa assume una dolcezza intensa e un profumo di miele. Da cotta è utilizzata per la preparazione di confetture, gelatine, mostarde, distillati e liquori. Inoltre, l’elevato contenuto di pectina, durante la cottura,  produce un veloce addensamento.

In primavera l’albero fiorisce: i fiori sono bianchi o rosa. La mela cotogna assomiglia a una mela gialla e a una pera. Il sapore assomiglia alla mela, la frutta è un pò secca e dura con un gusto agrodolce.

In Tunisia la confettura di mele cotogne è molto diffusa e io l’ho scoperta proprio là! Assaggiai questa confettura un giorno a colazione senza riuscire a capire di quale frutto si trattasse. Chiesi ma il nome in arabo, sfarjel, non mi diceva assolutamente niente e neanche  il nome in francese coing. Ora è diventata una delle mie confetture preferite e spero che l’alberello che mi hanno regalato anno scorso presto inizierà a farmi dei gustosi frutti.

La mela cotogna mi ha incuriosito da subito e qualche mese fa ho trovato un sito in farsi dove c’erano scritte molte curiosità al riguardo. Aiutata l’ho tradotto per voi:

Nell’antichità le donne sbattevano i semi e li mischiavano con l’acqua e li usavano come impacchi per arricciare o allisciare i capelli.

In Grecia le mele cotogne erano usate nei matrimoni e lanciate contro la carrozza degli sposi, credo dedicato alla dea dell’amore. I greci erano del parere che questo frutto fosse un simbolo di fertilità
A Roma, uno dei naturalisti, ha chiamato questa frutta mela d’oro o mela di passero e anche mela ubriaca.

Una teoria dice che, se le donne in gravidanza mangiano molti di questi frutti, avranno dei figli geni.

A causa della acidità del frutto, in paesi come la Germania e il Sud Africa, dove si consumano cibi grassi, le mele cotogne vengono usate per aiutare la digestione.

I frutti sono ricchi di fibre, potassio, vitamina C e zucchero; 52 calorie ogni 100g, 0,37 grammi di proteine, 0,09 g di grassi, 14,8 g di carboidrati, 1,7 g di fibra, 0 mg di colesterolo.

Gli effetti positivi sulla mente e sulla persona:
allegria
toglie la depressione e guarisce il mal di testa
rafforza il cuore, il fegato e lo stomaco
utile per le ulcere allo stomaco
diuretico
aiuta la digestione
previene l’ infiammazione delle palpebre e si usa per riposare gli occhi stanchi mettendo una fetta di mela cotogna fresca sopra gli occhi
toglie l’alito cattivo
profuma l’ambiente
utile per perdere peso, grazie alle molte fibre contenute. Se si vuole ingrassare non mangiare questa frutta.
ottimo anti-cancro e antiossidante.
aiutare a ridurre il colesterolo
aiuta ad abbassare la pressione sanguigna grazie al potassio
riduce il rischio di malattie cardiache grazie alla vitamina C
La ricerca ha dimostrato che la frutta può anche avere proprietà anti-virali.

il succo fa bene per:

fermare l’emorragie.
prevenire nausea e vomito
far passare il mal di testa.
la sete

Le proprietà fondamentali dei semi
per il trattamento della polmonite, mal di gola, la voce rauca
ha la funzione di antipiretico
utile per la diarrea
la gelatina ricavata dai semi messi in acqua e semi aiuta la  guarigione delle ferite cutanee e delle ustioni.
masticare lentamente i semi per affilare i denti e per aumentare il desiderio sessuale.

come si fa l’olio e quali sono i vantaggi?
Far cuocere la mela cotogna in acqua. Far bollire con olio d’oliva in modo che l’acqua evapora e rimane solo l’olio.

L’olio è utile per evitare la sudorazione, vertigini, acufeni (ronzio nell’orecchio) e rafforzare lo stomaco, il fegato e il cuore.

Naturalmente questo non è un blog di medicina e si consiglia sempre di chiedere al proprio dottore per curare malattie gravi, però tutte queste informazioni contribuiscono a rafforzare la mia idea che la mela cotogna sia davvero un frutto magico!

provate la confettura e non potrete più rinunciarci!

About the author / 

Michela

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Archivi

Commenti recenti

Count per Day

  • 744Questo articolo:
  • 135209Totale letture:
  • 63Letture odierne:
  • 107Letture di ieri:
  • 710Letture scorsa settimana:
  • 1569Letture scorso mese:
  • 80576Totale visitatori:
  • 41Oggi:
  • 72Ieri:
  • 494La scorsa settimana:
  • 880Visitatori per mese:
  • 65Visitatori per giorno:
  • 0Utenti attualmente in linea: